Vai ai contenutiVai al piè di pagina

UNA MODA RIVOLUZIONARIA

Emilio Pucci, Marchese di Barsento, fonda il marchio che porta il suo nome nel 1947. Inizia inaspettatamente la sua carriera sulle piste da sci svizzere, per aprire la prima boutique a Capri nel 1950. Cosmopolita, costantemente in viaggio tra la sua Firenze, e le località di vacanza preferite dal jet set, immagina la donna moderna seguendo una intuizione rivoluzionaria, piena di stile e di personalità. La veste con abiti facili, immediati, che esprimono una nuova idea di eleganza: veloce, gioiosa, spontanea, senza sforzo. Abbraccia, con un senso unico del colore, l’idea americana dello sportswear, del comfort assoluto, che unisce ad un senso innato del bello e del lusso. Crea un segno permanente, riassunto nelle stampe che gli valgono il titolo di Prince of Prints.

 

Gli abiti di Emilio Pucci uniscono il design essenziale alla gioia del colore. Sono realizzati con materiali fluidi, elastici come il jersey Emilioform, che consentono totale libertà di movimento e di uso. Il Marilyn dress, amato dall’attrice e diventato un successo internazionale, è pensato per la donna sofisticata, sempre in viaggio. Basta arrotolarlo e metterlo in valigia: nella sua felice facilità, è lo spirito contemporaneo fatto vestito, per globetrotter in costante movimento. Innovativa perché dinamica è anche l’idea dei primi leggings, dei pigiama palazzo e dei caftani, delle camicie foulard.

 

La sigla di Emilio Pucci, nel womenswear come negli accessori, è inconfondibile: un gusto colto, innegabilmente italiano, che gode del bello in ogni sfumatura. Vacanza e spensieratezza sono condizioni della mente, in primo luogo, che definiscono un resort mood permanente, solare anche in pieno inverno. La palette dei colori vibra di tinte sature, oppure delicate, scelte con aristocratica sicurezza e sprezzo delle convenzioni. Emilio Pucci libera il proprio senso artistico soprattutto nelle stampe, inizialmente pensate per i foulard e poi estese a tutto, dagli abiti ai tappeti: motivi che vanno dai tratti delicati degli anni Cinquanta alle psichedelie dei Sessanta e Settanta, spesso arricchiti da ricami; temi che creano una vera e propria biblioteca, costantemente rivisitata e attualizzata. Emilio Pucci viaggia con la mente e con lo stile, si ispira costantemente ad altre culture, dall’Africa a Bali, per i motivi e per le forme, e sceglie anche le proprie modelle senza preclusioni: abbraccia il mondo intero, include.

Image 1
Image 2

È guardando a questo archivio come repertorio vivo di sperimentazioni sempre attuali, di ricerche coloristiche senza tempo che si nutre oggi l’attualità del marchio. Emilio Pucci, ormai parte del portfolio del gruppo francese del lusso LVMH, ha da ultimo riallacciato le fila con lo slancio e lo sguardo delle origini. Dalla stagione resort 2021 si presenta con una allure fresca a seguito del rinnovamento del team di stile. A questa strategia si affianca un piano di collaborazioni una tantum con voci creative, alle quali viene chiesta una interpretazione inattesa dell’heritage Pucci.

 

Emilio Pucci è sinonimo di eleganza moderna, dinamica; di jet-setting e globetrotting come mindset. Alle donne offre facilità, libertà del corpo e della testa, proponendo abiti dalle forme essenziali, non di rado ispirate allo sport. Lo spirito del fondatore, senza tempo come sono le idee veramente rivoluzionarie, è costantemente attualizzato nel lavoro su colori e stampe. Il dialogo con l’archivio, luogo di un eterno presente, muove in avanti. In questa dinamica continuità, ogni capo diventa un pezzo da collezione, di oggi e di sempre, perché parte di una visione che si evolve senza rotture.

Image1
Image2
Image3

Distribuito principalmente in Europa, USA, Medio Oriente e Giappone, Emilio Pucci offre oggi ad pubblico trasversale e transgenerazionale collezioni di ready to wear donna, beachwear e accessori; su licenza, è stata sviluppata una collezione bambina e una linea di eyewear. La visione si estende inoltre, per una intuizione che fu di Emilio stesso, al design e alla casa, dai tappeti alle ceramiche, toccando persino la vela di uno yacht. Radicato nel presente, il marchio adotta sempre più una politica di sostenibilità nella scelta dei materiali - l’Econyl, ad esempio, una lycra per costumi da bagno ottenuta interamente dal riciclo di materiali pre e post-consumer.

Emilio Pucci riflette lo zeitgeist. Cattura lo spirito del tempo in un segno dinamico, solare, armonico; in una idea di libertà che stampe e colori tingono di una sigla inconfondibile.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter per ottenere l'accesso anticipato ai saldi e per scoprire i prodotti esclusivi e tutte le novità Emilio Pucci.

Cliccando su "Iscriviti" accetti i nostri Termini e Condizioni e la nostra Politica sulla Privacy e sui Cookie.